Carlo Linati e Emilio Cecchi, UN CARTEGGIO

cecchidi Beppe Ottone

p.151 XXXVIII, 5 giugno 1939, XVII
Caro Linati, dopo tanto tempo, ho una grata occasione di scriverle. Mondadori ha dato incarico, a Mario Praz ed a me, di curare un’edizione completa del teatro di Shakespeare, in traduzione italiana. La traduzione dev’essere filologicamente ineccepibile; ma pur aderendo al testo, viva di gusto e di lingua; tale, cioè, che possa anche sostituire sulle scene traduzioni inadequate, tuttora in uso presso i nostri capocomici.

Read More