Essere un’artista, soprattutto donna, è difficile

Şükran Moral vive in un quartiere di Istanbul di cui non possiamo fare il nome per evitare che l’artista sia raggiungibile da chi la detesta.  Minacce di fargliela pagare cara sono arrivate nel corso di una coraggiosa performance del 2010 basata su due lesbiche. Figuriamoci se in Turchia potevano farle passare le performance di Moral, di capirle non ne parliamo. Magari la gente comune l’ha seguita con curiosità e voglia di capire cosa c’è dietro la sua voglia di mostrare i lati sensuali o maniacali della sua arte, ma il potere l’ha additata come una laida bestemmiatrice.

Demonizzata, posta ai margini del discorso artistico, la sua purezza gestuale che investe le pulsioni sia maschili che femminili non sono di largo consumo. Che peccato che i veri talenti siano sempre perseguitati.

Sicché sono costretti ad operare in queste persecuzioni dove la perdibilità dell’essere artista è assicurata in una azione che vuole essere ecumenica, ed è proprio questo, visto come un pericolo, che ributta l’arte nelle mani di chi desidera scagliarle contro nient’altro che maledizioni.

I poteri sono provvisti di sporte di pietre con cui lapidare le femmine artiste ad arte…

 Gli uomini le hanno scritto per dirle che avrebbero “messo una candela nella sua vagina” e l’avrebbero bruciata a morte, secondo Rachel Friedman.

Essere un’artista, soprattutto donna, è difficile. Mi sono sempre trovata davanti un muro, ho trovato pregiudizi, ho avuto difficoltà ad andare avanti, ma l’importante è trovare qualcuno che creda in te, avere qualcuno vicino. Spesso magari ti sposi, inizialmente l’uomo finge di credere in te, ma poi si aspetta solo che gli stiri le camice. Vuoi fare arte? Si va bene, fai arte, ma dopo aver pensato a quello che una donna “deve” fare in casa. Ho sbattuto la testa sempre su questa realtà. L’arte contemporanea parla tanto di questo problema, io urlo a voce molto alta. Siamo arrivate al 2020 ma ancora le donne vengono ammazzate, i casi di femminicidio aumentano, non diminuiscono.”Şükran Moral.

—————————————————————————————————————————————-matrimonio-