Lamberto Vitali

berto

Lamberto Vitali è nato nel 1896. Ha studiato ragioneria e si è occupato dell’azienda commerciale di famiglia (import di vari prodotti, soprattutto caffè).


Ha cominciato a interessarsi di arte contemporanea negli anni Venti sia come collezionista che come critico sulle pagine di importanti giornali e riviste, come «Domus» ed «Emporium», che dal 1938 ha diretto. Personalità dagli interessi eclettici, è stato uno dei massimi esperti di incisione moderna e di storia della fotografia, ha pubblicato monografie su Morandi, Marino Marini e altri artisti, ha organizzato importanti mostre come quelle milanesi sui Macchiaioli e su Van Gogh. È morto a Milano, dove ha sempre vissuto, nel 1992. Per Einaudi ha pubblicato i volumi L’opera grafica di Giorgio Morandi(1964, edizione accresciuta 1989), Un fotografo fin de siècle. Il conte Primoli (1968, edizione accresciuta 1981), Il Risorgimento nella fotografia (1979). Sempre per Einaudi ha inoltre curato il Diario di Delacroix e l’edizione delle Lettere dei Macchiaioli (1953).

di Beppe Ottone

seraoRoma, circa 1895. Gruppo di letterati: al centro, Matilde Serao; il primo in piedi, Ugo Ojetti; il terzo, col sigaro in mano, Ferdinando Martini. Seduto a terra, Cesare Pascarella, che regge un figlio della Serao.

Matilde Serao, giornalista e narratrice, fu la prima donna a fondare e dirigere un quotidiano italiano: prima Il Mattino, al fianco del marito, poi “Il Giorno”

 

T

Matilde Serao nacque il 7 marzo 1856 a Patrasso. Il padre, Francesco, era un giornalista e la madre, Paolina Bonelly, una greca di sangue nobile.

Leave a Comment