Uruguay,”NUESTRO NORTE ES EL SUR”

aida-yespica-mare-punta-del-este-vacanza-uruguay-

aida-yespica-mare-punta-del-este-vacanza-uruguay-

​Nonostante le piccole dimensioni, l’Uruguay ha un produzione artistica e culturale di tutto rispetto. L’attività teatrale, ad esempio, è una delle più sviluppate del Sud America. Basta pensare che ci sono oltre 70 sale sparse per tutto il territorio nazionale ed una trentina solo a Montevideo.

​Nella capitale uruguaiana, recentemente, è stato approvato un innovativo progetto di un quartiere dedicato allo sviluppo delle arti e della cultura. Anche le arti visive hanno una importante tradizione in Uruguay. A partire da Juan Manuel Blanes, considerato il “pittore della patria” fino agli ultimi movimenti artistici. Anche la scultura vanta diverse opere che vanno dai tempi antichi fino ai giorni nostri con rinomati scultori tra cui Juan Manuel Ferrari, José Belloni e José Luis Zorrilla.

L’opera nella foto è “América invertida”, composta da Joaquín Torres Gracía dal quale abbiamo preso la storica frase “Nuestro norte es el sur” (ossia, “Il nostro nord è il sud”).
Un discorso a parte merita la letteratura, probabilmente l’arte uruguaiana più apprezzata a livello internazionale. Un paese che non arriva a 3 milioni e mezzo di abitanti può sfoggiare un impressionante numero di scrittori, tra cui: Horacio Quiroga, Eduardo Acevedo Díaz, Emilio Frugoni, Felisberto Hernandez, Juan José Morosoli. E quelli di epoca più recente: Juan Carlos Onetti, Mario Benedetti, Washington Benavides, Eduardo Galeano.in-libreria


Leave a Comment