Colpi d’arma da fuoco sul London Bridge

londonVediamo un po. Prima versione: “colpi d’arma da fuoco e polizia in azione a London Bridge, nel cuore di Londra. Lo riferiscono i media citando testimoni e fonti investigative. La zona è stata isolata. Un uomo che correva con un coltello in mano è stato raggiunto da colpi d’arma da fuoco ed è stato ucciso dalle forze dell’ordine. Lo riferiscono fonti della polizia. Al momento Scotland Yard non conferma se si tratti di un episodio di matrice terroristica. Secondo un reporter della BBC si tratterebbe di una rissa avvenuta sul ponte.
Interessante. Ucciso giusto perché è stato visto correre con un coltello in mano, non perché abbia usato l’arma in una rissa e/o abbia ucciso in una rissa sul ponte. La polizia dovrà spiegare un bel mucchio di cose a se stessa e a un giudice che voglia approfondire la questione. Fatto secco perché correva impugnando un coltello: correva per raggiungere l’obiettivo e ammazzare, – secondo chi gli ha tirato addosso. E se il coltello era bene in vista vuol dire che il tipo era nelle vicinanze di chi intendeva ferire, può essere stato questo il ragionamento del poliziotto che gli ha sparato, non doveva perdere tempo a sfoderarlo.

La zona è stata isolata dopo che sono partiti i colpi d’arma da fuoco. Isolata. La polizia non si preoccupa di sapere da che parte stai. Se non sei di Londra ma di Alberobello, sei già abbondantemente isolato da casa e non ti preoccupi di esserlo un po’ di più. Se sei di Londra e la polizia ha isolato la zona, potresti essere stato tagliato fuori dall’isolato di casa tua, non potervi rientrare, non così presto, e se hai lasciato qualcosa o qualcuno che attende il tuo rientro ti conviene avvisare prima che si faccia buio nella mente e nell’anima, ché tu non c’entri con la rissa sul ponte.
Ma certe cose non si possono dire alla polizia che perde la testa quando si tratta di isolare la zona della sparatoria. Lei difende il suo altarino.Le sue statuine.
E tra poco è Natale.

Seconda versione: leroe misterioso di London Bridge che ha disarmato l’aggressore armato di coltello appare in alcune immagini che documentano i momenti successivi al ferimento di 10 passanti. Questo signore, in giacca e cravatta, avrebbe disarmato l’aggressore mentre altri passanti lo tenevano bloccato. E tutto questo, secondo una primissima ricostruzione, sarebbe avvenuto prima dell’intervento della polizia. Poi, una volta a terra, l’aggressore è stato colpito da alcuni colpi di pistola sparati dagli agenti. Dopodiché è morto.)

Insomma un bel po’ di confusione.


Vito Ventrella

su Amazon

su Amazon

Leave a Comment