Effetto cinema

coroNei più recenti film americani che inscenano mostri o la fine del mondo, vi capita di vedere degli esseri che sembrano fatti di fuliggine, con delle braccia, delle mani, dei piedi che si allungano a dismisura, che scattano nello spazio di qua e di là seminando terrore,panico, sembrano ramificazioni di piante misteriose, di esseri vegetali sotterranei o stellari.

La prima volta che vedete questi “esseri” o queste forme non umane, pensate al fumo che si sprigiona da chissà quale cervello o macchina cerebrale di altri pianeti venuti a conquistare il nostro. Nei film, davanti a queste formazioni fuligginose senz’occhi e senza voce, vedete la gente che fugge atterrita, prima che siffatte creature riescano ad avventarsi sulle loro prede.
Ciò che spaventa è la loro forma tentacolare, ma a ben vedere i loro tentacoli non sono altro che fumo, almeno così appaiono ai nostri occhi. Fumo, inchiostro che scatta di qua e di là contorcendosi su se stesso – provate a capire da che cosa il regista trae queste forme che non sono attori, ma non lo saprete finché un giorno non avrete la possibilità di osservare da vicino una coronarografia.
Vedrete allora che quelle forme fuligginose non sono altro che le coronarie nelle quali scorre il sangue nel quale è stato introdotto il mezzo di contrasto per seguire bene il percorso del sangue fino al cuore.

Dunque un semplice esame che viene registrato su un dischetto e che tutti possono vedere se a casa hanno un computer, fiotti di sangue annerito che sale e scende e che ovviamente un tecnico sa come manovrare per ottenere quegli effetti speciali che desidera, così spaventosi.


Vito Ventrella

Leave a Comment