Il santo battesimo

batteTra le tante cose che disse il papa alla finestra ieri o avanti eri, cose del tipo, allattate i bambini anche qua, in piazza, non avendo nulla in contrario che le donne si scoprissero il seno – si può giurare che lo abbia visto fare da bambino come me,in famiglia e in altri luoghi; dunque parlava del battesimo, a proposito del quale disse che era una festa e che si sarebbe dovuto festeggiare anche il battesimo come il compleanno; festeggiate il battesimo ogni anno, disse qualcosa del genere, un’esortazione che i giornali non hanno ripreso, ed è strano. Perché le esortazioni del papa hanno un seguito enorme, e codeste, prese alla lettera… chissà quanti miliardi di festeggiati ogni giorno nel mondo.
(UN IMPULSO ALL’ECONOMIA LANGUENTE)
E niente, è un bel pensierino quello di festeggiare il battesimo di un ventenne o di un ottuagenario, dal quale potremmo aspettarci che metta in mostra tutti i regali ricevuti negli suoi ottimi ottant’anni e passa, non so perché penso che i vecchi si presterebbero volentieri alla festa del loro battesimo, molto meno i giovani nei quali intravedo l’assillo di uscire dalla pubertà, quindi dall’adolescenza come se il mondo negasse loro quel che riserva invece agli adulti.

Sì, i giovani non vedono l’ora di lasciarsi alle spalle quel genere di sfiducia indotta dall’età, ricordare loro il giorno del battesimo non sarebbe una gran festa, bensì un assoggettarli a comportamenti propri di quell’età in cui non si sentono né pesce né carne. Non so cosa pensino dell’esortazione del papa, chiaro, ma non mi aspetto che facciano salti di gioia.


Vito Ventrella

Edizioni Independently publihing p. 101 euro 7,95 https://www.amazon.it/

Edizioni Independently publihing p. 101 euro 7,95 https://www.amazon.it/

Leave a Comment