Il voto ai sedicenni?…

actLa proposta dei governanti di far votare i sedicenni, non è stata accolta con entusiasmo dai ragazzi del liceo di Perticari, Senigallia (Ancona), anzi… Attraverso la loro insegnante hanno fatto sapere che non sarebbero pronti a un passo del genere, non avendo una grande familiarità con la politica, temendo altresì di essere influenzabili e strumentalizzati.
Il fatto che lo dicano dimostra che sono seri, più seri di coloro che puntano su di loro per disaggregare quelle bollicine di gas e di veleni che avvolgono la terra. Dunque se li si ritiene adulti per votare, ugualmente i giovani ritengono gli adulti abbastanza anziani e in grado di fare ciò che la Terra richiede, e si chiedono perché si aspettano che lo facciano loro. Se temono di essere influenzabili, di non poter pensare con la loro testa, già immaginano che i loro voti accenderebbero la cupidigia dei partiti che li rincorrerebbero così come gli asini si rincorrono con la carota.

Ecco, loro desiderano farsi un’idea propria della politica, ed è meglio lasciare che ci arrivino per gradi. Magari ragionano e pensano che se gli adulti riescono a guastare tutto, non è proprio il caso di diventare subito adulti per legge.


Vito Ventrella

Leave a Comment