Olanda: al di là del nastro

ola“Olanda, diversi accoltellati in via dello shopping a L’Aia: uomo in fuga”
L’attenzione va subito ad “accoltellati”, sale per dove i coltelli hanno fatto strage, poi scende verso un probabile coltello, uno solo, si piega accanto a “diversi”, cioè tanti, soccorsi sul posto. Lassù, in Olanda.
Si sa che un sospetto è in fuga, un uomo, di carnagione scura e di circa 45-50 anni, e che indossa una sciarpa e una tuta da jogging grigia: gli indumenti più usati da ladri e assassini per via della loro leggerezza e per la facilità con cui ci si mimetizza tra la folla: ergo, la confezione di abiti scadenti o seriali aiuta il crimine, come una macchia che evapora per la strada, nella folla, a contatto con altri umori, fiati.
La modernità è una tavolozza irraggiungibile per la sua complessità cromatica.

Numerose ambulanze sono sul posto, lo riferisce il De Telegraaf che pubblica le foto dell’area, completamente isolata con del nastro dalla polizia. A causa del Black Friday, molte persone si trovano nella via dello shopping e si sono accalcate al di là del nastro.

“Al di là del nastro” è un bel titolo. Aspettate qualche giorno e sapremo dirvi con chiarezza la dinamica dei fatti, più o meno immaginabile: il cretino che si sveglia terrorista perché non ha altro da fare che dimostrare a se stesso di saperci fare col coltello. Uno stupido Tarzan in una foresta di indifferenti… che però si svegliano e si ritrovano accalcati al di là del nastro e magari mangiano popcorn davanti a tre minorenni feriti.

Le popolazioni del Nord Europa, in quanto socialmente più rigorose, sono destinate ad essere punzecchiate dai terroristi incartati in culture “mediterranee” – alias islamisti? Non vorrei dirlo,  ma nei fatti è così, anche se gli islamici non sono tutti terroristi, non tutti sono scandalizzati dal modo di vivere degli occidentali.


Vito Ventrella

https://www.amazon.it/

https://www.amazon.it/

Leave a Comment