Su col sangue

Hola otra vez, creo que ya es hora de otra historia para la sección chocolate

Hola otra vez, creo que ya es hora de otra historia para la sección chocolate

Se un giorno ti metti un po’ da parte per permettere al pensiero di rigenerarsi, lo spazio che occupavi nella società, fosse pure quello di un capello, non lo ritrovi più. A meno che non si tratti dello spazio nel cuore di una donna, non perché lei non possa darti di più di un capello, farti accomodare in salotto invece che tenerti sulla soglia. Se sei in buoni rapporti, lei ti apre tutte le porte, le strade. Lei. E la società? La società sembra che sia pronta toglierti ciò che ti ha concesso, un’impressione. A volte è talmente forte, soprattutto quando qualcuno incomincia a parlare di te o di ciò che rappresenti come un che di borderline.

E così ti ritrovi ai margini senza sapere nemmeno come ci sei arrivato. Anzi ti rendi conto che quello spazio che occupavi nella società non lo hai mai avuto, che era un pura illusione. Te lo sei creato tu con la tua mente. Hai vissuto con la sensazione di essere ben inserito nella società, in realtà non era così. Ora, se non stai attento incominciano i guai. Le depressioni quasi sempre muovono da questo shock, non essere ciò che pensavi di essere, non avere ciò che pensavi di avere.
Lo sbattimento è notevole. Più che un individuo ti senti un panno sollevato da qualsiasi aggancio con la realtà.
Sei nello spazio, ma non lo riconosci come tale, non è uno spazio umano, sei in uno spazio sconosciuto. Pensi di andare dal medico a dirgli, dammi qualcosa per farmi tornare sulla terra.

Mah. Se non vuoi avvilirti troppo incomincia a pensare lo spazio come una giacca da metterti addosso. Una volta infilata sei dentro, sei a posto. E sì che la giacca è il primo mezzo ragguardevole con cui ti presenti in società. Io non mi ero accorto che in tanti hanno sostituito la giacca con l’acca, una cosa senza bavero senza tasche, magari col cappuccio – il cappuccio, quando lo ho notato mi è parso di essermi impadronito dei simboli dell’avventura, del viaggio, delle notti che ghiacciano le orecchie.

La vita è una questione di look? No. Ma allora perché prima di andare in un posto ti chiedi cosa mettere? Te lo chiedi anche il giorno che in cui devi sottoporti a un prelievo… Il giorno in cui devi presentare il tuo sangue vestito rosso… Ecco, il fatto che devi eseguire un’operazione che ti rattrista potrebbe essere l’occasione per riprendere quota.

Su col sangue!


Vito Ventrella

La bella Treviso, Independently published (12 febbraio 2017)Printed Great Britain by Amazon, pag. 60, E 5,87.

La bella Treviso, Independently published (12 febbraio 2017)Printed Great Britain by Amazon, pag. 60, E 5,87.


Leave a Comment