Cari bambini col pelo

Che bei dentini… toh, beccati quest’osso, scemo

v.v.
“Vieni qua, mammina”, “Oh, il mio bimbo!” “Ciccino caro”, queste dimostrazioni di affetto nei riguardi dei cani sono veramente commoventi, non vuol dire niente che poi un bambino e una bambina di sei e sette anni siano aggrediti da un pitbull sfuggito al padrone, mentre giocavano nel cortile della palazzina dove vivevano, a Limbiate, in provincia di Monza e che a strapparli dalle fauci del cane siano intervenuti alcuni condomini. I cani sono ciccini anche se un bimbo di 2 anni, a Parma, gioca con il cane di famiglia che lo azzanna al viso. Si sta così bene con il visino sfregiato. E non fa niente che un bambino di 2 anni sia rimasto gravemente ferito dopo che il cane di famiglia l’ha azzannato al volto mentre giocavano insieme durante la passeggiata notturna davanti agli occhi dei suoi genitori.

Cosa volete che sia un bambino di 10 anni morso dal cane di famiglia e portato al pronto soccorso di SENIGALLIA. Per fortuna a morderlo senza provocare gravi ferite, è stato il golden retriever intestato al padre.

Che fortuna, eh sì.

“Fino allo scorso weekend Turbo non aveva mai dato alcun motivo di preoccupazione. Era il cane ideale con cui far giocare i bambini e nessuno avrebbe mai potuto pensare che si sarebbe scagliato come una furia contro il suo padrone.”

Nessuno, proprio nessuno.

Be, non diciamo ben gli sta. Nessuno merita di essere azzannato da un cane o da un uomo. Ma tant’è. Forse qualcuno imparerà ad essere più prudente e a mettere la museruola al cane.
Ma non dovrebbero portarla tutti i cani da passeggio, da strada, da campagna, da balcone, da terrazzo, la museruola, anche se, poverini, non sono poi tutti così pericolosi e assetati di sangue, pardon, di mamma e papà.


Leave a Comment