Stendhal, ROMANZI E RACCONTI

Dipinto da Stendhal nella sua vita di Henry Brulard, quest'appartamento, tipico dell'ambiente d'alloggio borghese di Grenoble vecchio del secolo XVIIIth, ..

Dipinto da Stendhal nella sua vita di Henry Brulard, quest’appartamento, tipico dell’ambiente d’alloggio borghese di Grenoble vecchio del secolo XVIIIth, ..

BEPPE OTTONE

Il Rosso e il Nero
In una trama in apparenza romanzesca (che s’appoggia su di un caso realmente avvenuto nel Delfinato), Julien Sorel, figlio d’un povero artigiano, ambizioso e convinto che solo con l’istruzione potrà elevarsi, esordisce come precettore dei figli del signor di Renal, sindaco di Verrières, nella Franca Contea, e diviene l’amante della moglie di lui. Entra poi nel seminario di Besancon ed è assunto al servizio del marchese de la Mole, che lo nomina suo segretario. Ma la figlia di lui, Matilde, s’innamora di Julien; dal loro amore nasce una creatura; ed ella ottiene, dopo vari contrasti, l’assenso del padre al matrimonio. A questo punto la catastrofe: una lettera della signora di Renal, scritta per ingiunzione d’un confessore, denuncia l’antico amante. In chiesa Julien colpisce, seppur non mortalmente, colei che l’ha denunciato, e, imprigionato, è condannato alla ghigliottina. L’ultima scena del romanzo ci presenta Matilde nell’atto di baciare la testa mozza dell’amante.

roeraStendhal, ROMANZI E RACCONTI, vol.I°, Introduzione: ‘La perenne gioventù di Stendhal’, pp.XI-XXX, di Pietro Paolo Trompeo, Note bio-bibliografiche, pp.XXXI-XLIII, Note introduttive e note ai singoli testi a c. di Vittorio del Litto, Firenze, Sansoni, 1956, pp.1-1124

[ p.1 Armance]
p.231 Il Rosso e il Nero
[p.821 Racconti e novelle]


Leave a Comment