Giovani e integrazione, torna il Mantova Poesia. Nel nome di Virgilio

manNel nome di Virgilio
Dall’11 al 13 maggio la quarta edizione dell’Associazione La Corte dei Poeti. Oltre cinquanta gli ospiti tra autori, saggisti, critici e editori
di V. D.

“Nel nome di Virgilio e a dimostrazione che la poesia è più viva che mai, torna Mantova Poesia, Festival Internazionale Virgilio. Dall’11 al 13 maggio l’Associazione La Corte dei Poeti porta in una delle culle della bellezza rinascimentale oltre 50 ospiti tra cui poeti, saggisti, critici, editori e attori. Una quarta edizione che punta sui giovani, sull’integrazione sociale e sulla poesia contemporanea a noi, in Italia e nel mondo. Si parte con un evento dedicato agli alunni degli istituti superiori di Mantova: in 60 hanno prodotto altrettante poesie raccolte in Young Poetry (Gilgamesh Edizioni) che avrà distribuzione nazionale ed è una dimostrazione di quanto la poesia abbia un ruolo importante nella formazione dei giovani. L’integrazione sociale, che è spesso oggetto di cronache, dibattiti e politica, a Mantova prenderà anche una strada poetica: sabato 12 maggio (ore 16, Loggia del Grano) si svolgerà la cerimonia di consegna dei riconoscimenti relativi al quarto Premio Nazionale di Poesia Terra di Virgilio, diviso nelle sezioni Vita di scienza e d’arte, aperta a poeti noti o esordienti, e L’ozio degli attivi, riservata a persone ospitate in strutture protette. La crescita di Mantova Poesia da questo punto di vista è esponenziale: “Registriamo un +25% di adesioni, perché il lavoro che facciamo con grande dedizione è costante, con strutture protette e carceri di tutta Italia. Sono arrivati lavori dalle Carceri di Palermo e di Opera, da tutte le case di riposo della Lombardia, dal Piemonte, dalla Sicilia, dal Triveneto, per entrambe le sezioni del concorso: naturalmente oltre alla motivazione di chi scrive è fondamentale una collaborazione da parte degli operatori, e possiamo dire di aver messo in piedi un meccanismo virtuoso, che anche la Commissione Europea, tramite patrocinio, ha riconosciuto nell’anno Europeo del Patrimonio” spiega Stefano Iori, poeta, autore e anima organizzativa di Mantova Poesia.

Le relazioni della poesia tra libertà e confini è anche oggetto del convegno di sabato 12 alle 10.30 alla Casa del Mantegna La luminosa ombra della Poesia, con Umberta Bellati, psicoanalista, Silvana Ceruti, responsabile del laboratorio di scrittura creativa del carcere di Opera a Milano, Flavio Ermini, poeta e direttore della rivista Anterem, Stefano Ferrari docente di Psicologia dell’arte e della scrittura al DAMS di Bologna, Rosa Pierno, critica nel campo letterario e artistico e Carla Villagrossi, studiosa di arti terapie. Letture e conversazioni, intime e insieme capaci di volgere lo sguardo a libere contaminazioni vedranno protagonisti Miro Silvera, poeta, saggista e traduttore nato ad Aleppo che presenterà in anteprima assoluta la sua ultima silloge Perfetti miracoli edita da La vita felice (Teatrino di Palazzo D’Arco, venerdì 11 maggio, ore 21) e Alfredo Pèrez Alencart, docente all’Università di Salamanca e membro dell’Academia Castellana y Leonesa de la Poesia, le cui opere sono tradotte in oltre venti lingue (Rotonda di San Lorenzo, sabato 12 maggio, ore 19). Domenica 13 maggio sarà la volta, tra gli altri, di Umberto Piersanti e Maurizio Cucchi, due fra i maggiori poeti italiani (Loggia del Grano, rispettivamente alle ore 17 e alle ore 18.30). Tutti gli eventi sono ad ingresso libero, programma completo su www.poesiaterradivirgilio.it”


La redazione

Leave a Comment