Noi e A te

a-scuola-di-economia-dom-copyNoi

Prima ancora che le parole ci confondessero col loro enigma
Ci riconoscemmo felici e sorpresi di esserci trovati
Prima ancora di volerti somigliare
Aspettavo ansiosa di capire il tuo mistero
Ogni incontro era una danza, ogni fiato un sorriso
Adesso ti riconosco come la mia pelle
Aspetto il tuo calore
Dormo i tuoi sogni
E di notte mi ricordo felice di quei due che eravamo.

A te

Con grazia ti ritrovo nell’imperfezione di qualche sconosciuto
Con sorpresa eccoti nelle ingenuità dei bambini
I tuoi vezzi colorati sono nei fiori accesi dopo la pioggia
Mentre ancora rimani nel profumo di una stanza.
Con affanno tengo vivo il ricordo
Delle nostre risate di notte a letto
Mentre di giorno spiavo i tuoi silenzi
E benedivo la dolcezza del tuo cuore.

Antonella De Benedictis


Leave a Comment